banco trabzon

(ultimo banco chiesa Santa Maria Trabzon)

Come un fulmine a ciel sereno abbiamo saputo.
Una fitta lacerante ci ha mozzato il respiro e trafitto il cuore.
Nessuno neppure per un attimo si è chiesto:” Signore dove sei?”
Sapevamo con quanto slancio avevi donato la tua vita
per gridare in ogni angolo della terra che Dio è amore e ogni uomo
sia cristiano, ebreo o musulmano è figlio dell’amore.
Il tuo corpo è stato ucciso,
ma il tuo annuncio di pastore tenace non si è spento,
anzi in questo silenzio che sa un po’ di paradiso
è ancora più vivo;
giungerà lontano perché si è rivestito
con le ali dello Spirito Santo per soffiare dove Cristo vorrà.
In questi giorni anche il mondo,
sempre così distratto e frettoloso si è misteriosamente fermato,
quasi sgomento che tra tanto cinismo ci possa essere ancora
chi accoglie serenamente il martirio per proclamare ai vicini e ai lontani
perdono, pace e gioia in Cristo Gesù.
Tu l’hai fatto,
tu fiore reciso non ti sei appassito,
ma ora più che mai profumi di eternità.
Grazie pellegrino tanto amato,
grazie figlio della luce.
Non ti dimenticheremo mai!!!

27/02/06

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *