Una porta sempre aperta

Valentino Salvondi è stato compagno di seminario di don Andrea. Egli racconta che avevano sentito entrambi la vocazione alla "missione" ad gente, ma mentre lui parti quasi subito dopo l'ordinazione, don Andrea no. Dovrà attendere 30 anni di sacerdozio a Roma prima che il vescovo gli concesse di partire... nel 2000 "fidei donum" in Turchia. L'autore è stato il primo a scrivere questa biografia a cui fece seguire subito un libricino piccolo per diffondere maggiormente, adattandosi a tutti, la vita di don Andrea. Grazie don Valentino!!!E’ la prima biografia scritta su don Andrea dopo la sua uccisione. L’autore, Valentino Salvondi, è un sacerdote sacerdote compagno di seminario di don Andrea. Egli racconta che avevano sentito entrambi la vocazione per la “missione ad gentes”, ma mentre lui partì quasi subito dopo l’ordinazione, don Andrea no. Dovrà attendere 30 anni di sacerdozio vissuto nelle parrocchie romane prima che il vescovo gli concedesse di partire… nel 2000 “fidei donum” in Turchia. Il titolo: Una porta sempre aperta, esprime bene l’atteggiamento fondamentale di don Andrea di voler essere di tutti e per tutti…, la sua disponibilità, la sua “pastorale della porta”.

A questa biografia l’autore fece seguire subito un libricino piccolo per diffondere maggiormente, in modo più divulgativo, adattandosi a tutti, la vita di don Andrea. Grazie don Valentino!!! Entrambe i libri furono pubblicati dalla casa editrice Emi nel giugno 2006.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *